Facebook | Commenta | ╚ giovedý 07/07/2022

AUTORE: John Steinbeck

TRATTO DA: Viaggio con Charley

Quando ero giovane e avevo in corpo la voglia di essere da qualche parte, la gente matura m'assicurava che la maturitÓ avrebbe guarito questa rogna. Quando gli anni mi dissero maturo, fu l'etÓ di mezzo la cura prescritta. Alla mezza etÓ mi garantirono che un'etÓ pi¨ avanzata avrebbe calmato la mia febbre. E ora che ne ho cinquantotto sarÓ forse la vecchiaia a giovarmi. Nulla ha funzionato. Quattro rauchi fischi della sirena d'una nave continuano a farmi rizzare il pelo sul collo, e mettermi i piedi in movimento. Il rumore d'un aereo a reazione, un motore che si scalda, persino uno sbatter di zoccoli sul selciato suscitano l'antico brivido, la bocca secca, le mani roventi, lo stomaco in agitazione sotto la gabbia delle costole. In altre parole, non miglioro. Vagabondo ero, vagabondo resto. Temo che la malattia sia incurabile.

Citazione inserita il
Categoria: NARRATIVA

SCOPRI TUTTE le citazioni di John Steinbeck presenti tra le mie citazioni

Recensioni libri di John Steinbeck



Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus ma siccome non mi piacciono le pubblicitÓ a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete. A me non cambia nulla (anzi).

© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Questo sito l'ho realizzato io e quindi Ŕ proprietÓ intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Visitando il sito si sottintende la presa visione delle CONDIZIONI D'USO

Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima