Condividi su Facebook | Commenta

AUTORE: Louis Sepulveda

TRATTO DA: Patagonia Express


Del primo agnello si occupa Marcos Santelices. Due peones sdraiano l'agnello di schiena su un tavolo, gli allargano le zampe posteriori, Santelices prende il suo coltello da gaucho con l'impugnatura d'argento, controlla il filo della lama, e rade la sottile peluria che copre i testicoli dell'animale. Quando la pelle appare rosea e pulita, Santelices conficca il coltello nel tavolo e affonda la testa fra le gambe dell'agnello. Una mano del gaucho si chiude con delicatezza attorno ai testicoli, l'altra cerca le vene nel sacchetto di pelle che li contiene. Le trova. Allora le dita stringolo con fermezza, bloccando la circolazione sanguigna, mentre i denti del gaucho mordono la pelle fino a lacerarla. Santelices posa adesso la bocca sullo squarcio e succhia con forza. Poi solleva la testa dalle gambe dell'animale e sputa i testicoli in un catino, mentre i peones che lo aiutano legano il sacchetto di pelle flaccido e vuoto per evitare un'emorragia.
I presenti approvano il lavoro di Santelices, il gaucho di Chile Chico. L'agnello "castrato a denti" non deve perdere neppure una goccia di sangue. [in seguito grigliano i testicoli e li mangiano]
Categoria: NARRATIVA
Cerchi altro? Torna a tutte le citazioni di Louis Sepulveda presenti tra le mie citazioni

Commenta con Disqus!



© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti Ŕ distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi Ŕ proprietÓ intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima