Condividi su Facebook | Commenta

Ricordi del Covid

Categoria: RACCONTI

Inserito in DATA: 06/03/2021
Vai ai COMMENTI
Oggi Facebook mi ha ricordato un mio messaggio di esattamente un anno fa. Dopo lavoro, forse 19:20, andai all'Eurospar a fare un po' di spesa e per la prima volta cominciai ad avere paura di questo virus.
Tornato a casa, scrissi quanto segue su Facebook:
Certo che è inquietante fare la spesa all'Eurospar con la radio che tra una canzone e l'altra dice "Per la sicurezza vostra e di chi vi sta intorno ai raccomanda di mantenere distanza dalle altre persone" e via dicendo...
Per la cronaca, siccome dicono di evitare i locali pubblici, mi sono comprato una cassa di Lasko per bere a casa.

Boia dio, me lo ricordo quel giorno. Si cominciava non più a ridere ma ad avere paura. Vagavo tra gli scaffali di un Eurospar con il 50% della gente che di solito c'era a quell'ora, e l'un l'altro tutti si guardavano circospetti. Qualcuno aveva i guanti, la musichetta in radio ogni tre o quattro minuti veniva interrotta per trasmettere quell'inquietanti messaggio. 
A un certo punto ci trovammo io e un tizio a fronteggiarci in un corridoio stretto e ci fermammo un secondo, lui si voltò e prese un'altra direzione per non passarmi a fianco. 
Cominciai a guardare gli oggetti sugli scaffali e pensai a quante persone li avevano toccati e quanti miliardi e miliardi di virioni dovevano esserci in quell'ambiente, in attesa come i ratti appestati. 
Mi voltai e mi diressi svelto alla cassa e decisi che d'ora in poi era meglio riempire il frigo e andare al supermercato il meno possibile. 
Era l'inizio del disastro, il lento tramonto del mondo che finora avevamo conosciuto, della nostra civiltà.


Commenti all'articolo

Premetto che il sistema di commenti è mio indipendente e non prevede memorizzazione di indirizzi email o altro nel database. Si usa solo un nickname, così non rompete le balle con la privacy.
Ricordate che i commenti non saranno visibili finché io non li avrò validati.







Fino a marzo 2021 era possibile postare commenti tramite Disqus, poi però ho notato che aveva inserito delle pubblicità e siccome non mi piacciono a meno che non facciano intascare soldi a me, ho rimosso il modulo. Quindi, riguardo ai commenti, d'ora in poi vi fottete.
Potete comunque continuare a postare commenti agli articoli della sezione blog


© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima