CATEGORIE:
Relax dopo lavoro e quasi butti tutto nel fiume

Relax dopo lavoro e quasi butti tutto nel fiume

Categoria: PESCA

Inserito in DATA: 29/08/2018
Vai ai COMMENTI
Insomma solito relax dopolavoro. 
Una giornata a rispondere a infinite telefonate e visite di richieste prezzo, i soliti cafoni del cazzo che arrivano e pretendono che tu segua le loro condizioni perché "Tu devi dare un servizio a me"... la migliore cosa per rilassarsi è andare al tramonto sul bordo di un fiume, in mezzo alla campagna, a sentire l'acqua che sussurra, le oche che spettegolano, le zanzare che spaccano la minchia ma tanto io sono biologicamente immune perché marcio, gli uccelli che cantano canzoni insensate, un capriolo che ti fa le candid camera, e guardare un corso d'acqua totalmente vuoto di vita finché, dopo un'ora, ti spacchi il cazzo e dici "Vabbé grazie per tutto il pesce" e ti appresti ad andare a casa.
Spegni la action camera che hai comprato a pochi euro per filmare la tua vita non action e che finora nei momenti topici si è sempre o impallata o ha consumato le batterie, e al solito decidi di fare un ultimo lancio, quello d'abitudine "Perché magari..."
E come al solito lanci senza convinzione e SBANG! 
La lenza si tende, non è la solita alga perché senti le vibrazioni e gli strattoni trasmessi dalla lenza al mulinello e dal mulinello al manico, senti le vibrazioni e gli scossoni di un animale che di colpo sa di essersi spinto troppo oltre nella sua ricerca di cibo perché dopo larve e pescetti ha deciso di addentare un cazzo di tappo di bottiglia bianco puntinato in rosa fabbricato in Cina ed è andato nel panico quando ha sentito che quel cibo gli ha perforato un labbro come se un pazzo avesse deciso di farti un piercing mentre stai dormendo e bestemmia e scoda, vedi la schiena emergere dall'acqua in un tripudio di schizzi e insulti e tendi bene la lenza perché hai l'amo senza ardiglione come ogni tuo artificiale - non dico di lottare ad armi pari, ma almeno questo vantaggio glielo posso dare - ma quando sai che non lo mollerai e mormori "Sei mia, puttana" e già stai pensando al guadino, lì un nuovo SBANG avviene e attorno al mulinello di forma una parruca.
Il filo si è rotto.
Fine della storia.
#fuckindioboe



Inserisci un commento

Il Bostro-X
© Federico "Bostro" Bortolotti 2011

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.

» www.bostro.net » contatti
» Privacy Policy

Licenza Creative Commons
www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Web Bostro.Net