Condividi su Facebook | Commenta

A te, che mi hai tagliato la strada

Categoria: VARIO

Inserito in DATA: 21/04/2018
Vai ai COMMENTI
A te con l'auto bianca che stamattina hai girato per andare al Cefap, o forse più probabilmente al bar Capriccio visto che sembravi più uno di quei cazzoni sfaticati militari...
a te che hai deciso di girare mentre con la testa pensavi forse a un nuovo taglio per la tua barba del cazzo, e intanto io ero lì davanti e ringraziando dio che ho le pastiglie nuove e davanti due dischi e non uno e sono riuscito a fermarmi a 10cm dalla tua auto che ha continuato tranquillamente a girare senza forse neanche accorgersi che mi hai fatto rischiare di perdere le gambe o chissà che altro...
a te che magari mentre giravi mandavi messaggini vocali inutili e stupidi su Whatsapp o che controllavi i like al tuo ultimo post di Facebook, like che a contarli darebbero solo un'esatta misura del livello di coglionaggine che il tuo cervello riesce a raggiungere, mentre le mie gomme nuove di palla bloccate raschiavano l'asfalto...
tu che sei fortunato perché non mi hai preso e ho potuto continuare, e dopo un'inversione sono tornato a cercarti ma avevo fretta di andare al lavoro e sei quindi fortunato perchè non ti ho trovato preso per il colletto e spaccato gli zigomi a cazzotti...
ora che ho cinque minuti di tempo a te auguro di perdere tutto, e tutti, ogni cosa: i tuoi beni, i tuoi figli, tua moglie, i tuoi amici, i tuoi genitori, la salute, e una volta che avrai perso tutto e starai male, a quel punto ti auguro di perdere la vita porco sia quel gran cane del tuo dio, qualunque esso sia.
Se leggi questo post, e ti riconosci, diamoci un appuntamento che così posso devastarti quella faccia di merda che ti ritrovi e liberare il pianeta da un coglione che non serve a un cazzo se non a creare anidride carbonica.


Commenti all'articolo

Premetto che il sistema di commenti è mio indipendente e non prevede memorizzazione di indirizzi email o altro nel database. Si usa solo un nickname, così non rompete le balle con la privacy. Attenzione però, i commenti non saranno visibili finché io non li avrò validati.



Commenta con Disqus!



© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima