E' morta la mia criceta Shula

Categoria: RACCONTI

Inserito in DATA: 13/07/2008
Vai ai COMMENTI
Oggi sono tornato a casa verso le 21:30 da uno splendido giro in moto on-off road. E' stata veramente una splendida giornata, sono tornato a casa stanco e, dopo aver messo ad asciugare i vestiti bagnati dalla pioggia degli ultimi 3 km di strada, sono andato ovviamente in taverna a trovare i miei criceti. 

Non c'erano, probabilmente stavano dormendo. Sotto alla boccia dell'acqua, tra la segatura, spuntavano dei pezzetti di carta igienica, che gli dò per farsi la tana. 

Sono andato a mangiare, e dopo un po' ho sentito il rumore della ruota che correva, sono sceso e Toshi stava correndo come un matto. Ho guardato dentro la gabbia per cercare Shula, e mi sono reso conto che la carta che spuntava dalla segatura... non era per niente carta, ma il pelo bianco e candido della mia adorata Shula.

Giaceva a pancia in su, due zampe tese. Mi sono reso conto che era morta quando l'ho presa per una zampa e mi sono accorto che era rigida. Gli occhi erano già secchi. 

Toshi era nel dramma assoluto: correva sulla ruota come mai aveva corso prima, e non scendeva dalla scaletta dalla parte del cadavere. L'ho preso in mano ma era terrorizzato, quindi l'ho messo subito nella gabbia di riserva ed ho portato fuori dalla stanza quella con Shula. Ho esaminato il cadavere ma non ho proprio capito come sia morta. Negli ultimi tempi a volte litigavano, ma mai cose serie; e comunque non c'erano segni di lotta. 

L'ho seppellita ieri notte vicino a Borto e Ghiga, le cui lapidi si trovano in un angolo del mio giardino. 

- Criceta Shula
- Toshi e Shula

MATERIALE A CORREDO


Commenti all'articolo

Premetto che il sistema di commenti è mio indipendente e non prevede memorizzazione di indirizzi email o altro nel database. Si usa solo un nickname, così non rompete le balle con la privacy. Attenzione però, i commenti non saranno visibili finché io non li avrò validati.




© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
» contatti » privacy policy