Sgozzare? Vale la pena...

Categoria: PENSIERI

Inserito in DATA: 21/03/2007
Vai ai COMMENTI
Almeno è quanto pare emergere dalla vicenda di Mastrogiacomo. Nome che già mi ha rotto le balle: si, perché non è la sua vicenda, bensì è la vicenda di ben 3 rapiti e non di uno solo. 
Un gruppo di terroristi rapisce tre persone: di queste una è un reporter italiano, figura dunque di spicco, o che può diventarlo, o che lo è già ma può diventarlo di più. Così potrebbero aver pensato i terroristi che, non essendo stupidi, sapevano benissimo chi sequestravano. 
Sanno anche sicuramente che l'Italia ora è a favore (almeno una parte del governo - se così lo si vuol chiamare - in carica) del ritiro della truppe dall'Afghanistan e dall'Iraq. Sanno che l'Italia di adesso (almeno una parte del governo - se così lo si vuol chiamare - in carica) è palesemente anti-americana. ALmeno anti-america-governo-Bush-e-simili. 
Questi "combattenti", questi "rivoluzionari", questi "partigiani" - chiamateli come volete, io li chiamo comunque "terroristi omicidi" - si trovano dunque trra le mani un personaggio che potrebbe essere utilizzato per far leva sul Governo Italiano, si trovano tra le mani il suo traduttore, figura chiave per poter parlare con il giornalista, e si trovano fra le mani anche l'autista. Persona nel complesso inutile, se non per una cosa: mostrare ferocia, per poter poi agire meglio nell'atto di costrizione nei confronti dell'Italia. 
Per questo lo sgozzano come un maiale, gli tagliano la testa e festa finita! 
A questo punto comincia la costrizione nei nostro confronti: "Il giornalista è una spia", "Lo ha ammesso", "Sappiamo tutto" - Fosse stato veramente così non penso che sarebbe uscito vivo da lì. Le frasi mi paiono piuttosto del tipo: "Visto che siamo determinati? Volete che dividiamo in lui anche lui, e fare la figura? O volete cogliere la palla al balzo e sfruttare l'occasione per fare quello che già volete, ossia togliervi dalle balle e darci qualcosa?". 
Così tutti felici per Mastrogiacomo! Tutti contenti che è vivo! Felici che i poveri talebani lo hanno riconosciuto innocente!!! 
E nell'ombra, nella polvere, rimane la giugulare segata, rimane la testa scomposta e impolverata del povero autista, che ha avuto l'unica colpa di non essere un tranquillo giornalista di una nazione idiota, lì a fare foto quando poteva benissimo farle ai vip in spiaggia... Perché insomma, avevamo proprio bisogno dei suoi articoli? 
Il bello è che ora anche del traduttore non si sa molto, ma nei media non ho più letto nulla al riguardo, ho solo visto foto di Mastrogiacomo, articoli di Mastrogiacomo, articoli su Mastrogiacomo, felicitazioni per Mastrogiacomo, felicitazioni di Mastrogiacomo... E il cadavere squarciato dell'autista è ancora nella polvere, con la sua giugulare segata e probabilmente un'espressione di dolore infinito e terrore, la bocca aperta nell'ultimo grido soffocato dalla lama rituale che magari viene usata per i capretti nei giorni di festa. Sfortunatamente per lui non hanno girato un video, e già altri decapitati lo hanno preceduto, per cui non fa più notizia; se non dalla voce di Mastrogiacomo che, appena libera, aveva già la penna in mano per prendersi i suoi meriti di eroe e dare il massimo di tiratura al suo giornale. 
Insomma, facciamo una sintesi della situazione:
  • dei terroristi hanno rapito tre persone
  • ne hanno restituita per ora una
  • la seconda non so dov'è, perché non se ne parla molto
  • la terza è divisa in due pezzi
In cambio di questi quattro punti abbiamo liberato altri terroristi, dei quali uno riconosciuto come terribile carnefice, e non stento a credere che anche dei soldi estratti dalle nostre beate tasse siano finiti nelle mani di quegli psicopatici; se penso che con parte del mio sudore avranno comprato una pezza per pulire dal sangue e dai brandelli di carne il coltello mi girano veramente i coglioni. 
Sequestro Sgrena: abbiamo perso un coraggioso funzionario dei nostri servizi. 
Sequestro Mastrogiacomo: abbiamo perso una persona troppo inutile per essere citata abbastanza nei giornali italiani. 
In entrambi i casi abbiamo persino ripagato i sequestratori!!! 
In conclusione:
  • rapire serve;
  • sgozzare serve ancora di più;
  • sgozzare non fa notizia;
  • rapire un giornalista fa molta notizia.
Mi dispiace, ma a me così non va. 
Io avrei preferito 100 Sgrena ancora sequestrate o morte piuttosto di Calipari morto!
Io preferirei 100 autisti con la testa sul collo e la giugulare intatta piuttosto che un Mastrogiacomo libero! 
Spero che entrambi sentano quelle morti sulla schiena, spero che le sognino ogni tanto; ma mi pare di capire che non è così.
A me così non va bene.

Aggiornamento del 10/04/2007: l'interprete è stato (ovviamente) decapitato.


Commenti all'articolo

Premetto che il sistema di commenti è mio indipendente e non prevede memorizzazione di indirizzi email o altro nel database. Si usa solo un nickname, così non rompete le balle con la privacy. Attenzione però, i commenti non saranno visibili finché io non li avrò validati.




© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
» contatti » privacy policy