Vedi figliolo, è la tua testa che fa il bar. Non il contrario. (N.D.)
CATEGORIE:
Nuove imposte sulle sigarette elettroniche. La tassazione per la fine di un sogno.

Nuove imposte sulle sigarette elettroniche. La tassazione per la fine di un sogno.

CATEGORIA: SVAPARE
Inserito in DATA: 24/11/2017
Vai ai COMMENTI
Stanno per entrare in vigore le nuove imposte decise dal nostro caro e vecchio Stato Italiano riguardanti i liquidi per sigarette elettroniche. Dopo che la TPD aveva già dato una batosta al settore da entrambi i lati, ovvero commercianti e utilizzatori, ci pensa la Corte Costituzionale a concludere il lavoro. Il ragionamento sottinteso è: "Se è vero che la sigaretta elettronica non è deciso che non fa male [e replicherei, cos'è che non fa male?], se è vero che esistono liquidi con e senza nicotina [quindi, cos'è che fa male dei due?], se è vero che se si tassano le sigarette e anche queste sono sigarette [lo sono davvero?]" allora tutto ciò sottinteso significa che bisogna pagare le tasse.
Non ho mai ben compreso il parallelismo tra i SE e il dover pagare le tasse.
Perché bisogna tassare tutto?
Perché c'è questa convinzione?
Potete leggere qui qualcosa in merito.
Ai commercianti va peggio, visto che con l'emendamento Vicari ora è in dubbio la sopravvivenza del negozio specializzato. Infatti si sta pensando di monopolizzare il settore, nel senso legale/statale del termine, e la giustificazione sarebbe che è dovuto al fatto che molti avrebbero operato in nero. Scusate eh, ma... e fare i dovuti controlli allora?
Se viene monopolizzato il prodotto, quanto potrà convenire a un commerciante l'avere un negozio solo di e-cig e liquidi, che saranno tassati e controllati in maniera spropositata?
E ora torniamo un attimo allo svapatore: quanto pagheremo di più?
Saperlo è semplice: la TDP aveva introdotto una tassa di € 0,393+Iva ogni ml di liquido. Si intendeva, a suo tempo, liquido con nicotina indipendentemente dalla concentrazione di nicotina. L'incremento si nota bene, perché su una boccetta di liquido da 10ml che di media costa attorno ai € 5 ed è lo standard di una fumata, la tassa incideva di (0,393*10)+22%=€ 4,79 Iva inclusa, quindi il liquidi diventa di € 9,76
Si noti che la boccetta da 10ml è lo standard di uno svapatore: io ne consumo circa una ogni due o tre giorni, ma c'è chi consuma di più con i vaporizzatori in sub-ohm e liquidi full VG spesso privi di nicotina.
Ora i produttori avevano trovato un escamotage: non venivano più venduti liquidi con nicotina, ma acquistavi liquidi privi di nicotina e boccette di riduzione con nicotina a fianco, per cui compravi una boccetta da 100ml di liquidi (o base) e a fianco ci mettervi una boccetta da 10ml di nicotina di valore alto, che poi diluita avrebbe portato il tuo liquido (o base) ad avere la percentuale di nicotina desiderata. Questo era possibile perché la TDP tassava solo i liquidi senza nicotina, e indipendentemente dalla percentuale di nicotina, per cui che la base di riduzione avesse 3mg/ml o 18mg/ml di nicotina costava uguale.
Questo lo stato ha dichiarato essere un escamotage che si prendeva gioco della tassazione, e per questo la tassazione ora è stata applicata a tutti i liquidi, ma si badi invece che quella era l'applicazione della legge che soddisfava tutti perché tutti, comunque, avrebbero bene o male pagato la tassa sui liquidi con nicotina come era previsto. Ma la VICARI ha chiamato questo un MANCATO INTROITO a danni degli italiani!
Ora: se questo è stato fatto a danno degli italiani, perché gli italiani comunque non hanno beneficiato di quella quantità in più di tassa che comunque è entrata con la nicotina? Perché se c'è un danno, c'è anche il suo opposto.
E se finora questo è stato fatto a danno degli italiani, ma d'ora in poi non sarà così, gli italiani ne beneficeranno?
Queste due domande sono fondamentali e sono, soprattutto, una presa per il culo perché la risposta sarà comunque sempre negativa.
La scusa menata è sempre quella: qualcuno non ha pagato le tasse (ma in realtà lo hanno fatto) e gli italiani ci hanno rimesso (cosa?).
In realtà non ci abbiamo rimesso niente perché in un caso o nell'altra non avremmo avuto nessun miglioramento: qualcuno lo avrebbe avuto perché l'e-cig ha creato un intero nuovo settore commerciale, e a mio modo di vedere (ma non tutti la vedono così) più imprese ci sono, più lavorano tutti e tutti ne giovano. Uno stato in cui ci sono aziende private, più ce ne sono e lavorano, più ci guadagna: è un dato di fatto.
Ora però il ragionamento dell'emerito nostro Stato, il cui monopolio non si applica solo su alcuni prodotti ma su tutti i suoi cittadini a livello fisico e in molti ancora più mentale - e ci tengo a precisare che "monopolio" è un termine che non ha mai un significato positivo! -, è di applicare la tassazione di € 0,393+Iva/ml a tutti i liquidi e base, con o senza nicotina. Quindi che vuoi svapiate liquidi a 18mg/ml o che svapiate liquidi full VG a 0mg/ml di nicotina, pagherete comunque € 4,79 in più ogni 10ml di liquido!
Faccio notare che, se un liquidi ha 3mg/ml di nicotina, ovvero 30mg/10ml, e questo è il tipo di liquido che svapo io che svapo circa 4ml al giorno di media, significa che svapo 12mg al giorno di nicotina. Una Marlboro se non sbaglio ha 0,7mg a sigaretta di nicotina. Uno studio del Dipartimenti di Chimica Università di Perugia ha dimostrato che la e-cig rilascia circa 1/4 della nicotina, il che significa che svapo in realtà 3mg al giorno. Ciò significa che io pago € 3,90 (4 ml di liquido) per fumare circa  4 Marlboro. Se il famoso studio dell'Università non è corretto, contando uguaglianza di mg di nicotina sarebbe come fumare 16 Marlboro e quindi coi prezzi ci sarei; la e-cig costerebbe lievemente di meno ma si parlerebbe di centesimi, se poi ci si mette l'hardware (e-cig fisica, batterie, resistenze) il gioco non vale più la candela.
Tutto questo però sempre ipotizzando una quantità di DANNOSITA' identica fra sigaretta a combustione e vaporizzatori, cosa assolutamente errata.
Vi sono più e più studi che lo stanno dimostrando. La scienza è un processo, non una serie di tesi; quella è religione. Hanno studiato i componenti, hanno studiato il processo, hanno utilizzato polmoni artificiali e respiratori artificiali e sistemi a resistenza per calcolare che grado di combustione c'è e che grado di assimilazione c'è di sostanza prodotte durante la svapata: ogni dato che emerge in un confronto tra sigarette e e-cig è a favore di queste ultime. Ora si stanno studiando direttamente gli svapatori, ma è una categoria giovane, i danni eventuali a lungo termine non si sanno perché non c'è ancora un "lungo termine". Ma la scienza si sta già pronunciando, e con sempre maggior concordanza.
Di certo non fanno bene; perlomeno questo è il mio punto di vista. Se respiro una cosa e ne esce di meno, qualcosa resta nei polmoni. Se però fate il vecchio scherzo del soffiare il fumo attraverso la camicia bianca del vostro amico, vedrete che con le e-cig la camicia del vostro amico non si macchia!

Ora vi dico cosa sembra a me: una fregatura!
Prima è stata fatta la TPD, e già quella sembrava una fregatura ma alla fin fine a nessuno piacciono le tasse. La TPD anche molti del mestiere avevano detto che era stupida non farla variare in base alla nicotina ma nessuno c'è stato ed effettivamente non si è capito perché, e quello ha creato lo scherzo. Perché a quel tempo, infatti, tutti abbiamo detto "A be, ma se è solo sulla nicotina allora non è così grave".
Una volta fatto ad hoc lo scherzo, lo si è usato per dare degli "evasori" un po' a tutti, e la TPD è stata applicata a tutto. Liquidi pronti, e base, con o senza nicotina. Invece di fare subito una TPD, più bassa, e variabile, si è agito furbamente in due momenti temporali distinti per applicare il massimo possibile a tutti.
Questa è la mia sensazione: che mi abbiano inculato.

Io ho tentato varie volte di smettere di fumare. Lo ammetto, mi è sempre paiciuto fumare, e d'altro lato ho sempre riconosciuto il suo valore di droga, come quando ripresi dopo aver smesso per 8 mesi.
Negli ultimi anni non lo gestivo più però: dolore ai polmoni, catarro, poca resistenza fisica, mal di testa, e lievi difficoltà respiratorie con saltuari attacchi di respirazione asmatica quando mi ritrovavo senza ossigeno e i polmoni andavano in crisi. Ho preso cerotti, pastiglie, chewing-gum, ho letto quel cazzo di libro magico che in realtà è una stronzata. Niente da fare: per anni ho provato, di continuo, perseverando, ma niente da fare, ci sono sempre ricascato.
Finalmente con le e-cig 2.0 ovvero le cose più grosse, non le minchiatine della prima moda, ce l'ho fatta: attualmente sono due anni secchi che non tocco sigaretta e bisogna anche dire che anche l'anno prima di smettere non fumai molto. Mi sento bene, i polmoni non mi fanno più male sotto sforzo, non ho problemi di respirazione in caso di stress, non ho catarro, non tossisco... E' tutto migliore! Risento i sapori e gli odori! E tutto questo svapando di continuo, come un pazzo! Si può ancora dire che una sigaretta elettronica faccia così male come si dice, con queste reazioni fisiche?
Ho smesso di fumare, e so come ci si sente: sappiate che svapando vi sentirete quasi allo stesso modo!
Ma non potrò sopportare una spesa come quella prospettata!
Ho ancora dei deposito a casa: vedrò il da farsi alla fine delle scorte.

DOMANDE:
1) Perché infierire così contro una cosa che in più istituti hanno dimostrato essere più salutare delle sigarette?
2) Perché infierire così quando Umberto Veronesi, di cui tutti celebrano la memoria, gran spaccaminchia del salutismo, lottava per diffonderla il più possibile?
3) Perché infierire così contro qualcosa che ha creato posti di lavoro e incrementato il commercio?
4) Perché, se si sa che le sigarette fanno male, le si vendono?
5) Perché, se la nicotina è IL MALE, la TPD vale con o senza nicotina?
6) Se la Nicotina non c'entra, perché imporre un limite alla nicotina nelle sigarette?
7) E d'altro canto, perché non imporre un limite mg/ml nella nitocina delle e-Cig, e tassare meno?
8) Se le sigarette, analogiche o digitali, sono Il Male, lo stato riconosce la sua malvagità volendone il Monopolio?


MATERIALE A CORREDO



Inserisci un commento

Nome: Email: 3+0=?

Parental Advisory Bostro.Net
Il Bostro-X
© Federico "Bostro" Bortolotti 2011

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia!

Qualsiasi utilizzo non autorizzato dei contenuti pubblicati dal dominio www.bostro.net va segnalato al Bostro e bisogna richiedere la sua autorizzazione.

» www.bostro.net » info[at]bostro.net

» Privacy - Feed RSS
Original Friulano
ORIGINAL FRIULANO!
KTM 990 Adventure Bostro.Net