Pedaggio autostradale ridotto per le moto dal 1 agosto 2017

Categoria: MOTO

Inserito in DATA: 27/07/2017
Vai ai COMMENTI
Finalmente un po' di giustizia pare fare la sua comparsa anche in ItaGlia!
Grazie a Motociclismo.it per aver perseverato in una battaglia che sembrava persa già ancora prima della partenza, a mio avviso.
Grazie, però, anche alla Federazione Motociclistica Italiana e ae ANCMA che hanno appoggiato la battaglia.

In Italia entrare in autostrada su due ruote costerà un terzo in meno. È questo lo straordinario risultato ottenuto dalla battaglia #metapedaggio avviata il 31 maggio 2016 da Motociclismo e sospinta dal travolgente entusiasmo di decine di migliaia di motociclisti che hanno messo la loro firma sulla petizione lanciata il 13 giugno 2016, sempre sul sito di Motociclismo.

Non mi sento di dire nessun grazie al Ministero perché, comunque sia andato, per principio non si meritano mai alcun grazie.

Comunicato di Motociclismo.it
Comunicato di Federmoto.it

In soldoni, a partire dal 1° agosto 2017 le moto pagheranno, in autostrada, un pedaggio del 30% inferiore rispetto alla tariffa standard.

Io partirò in ferie il 6 agosto e dovrò comunque fare autostrada da Palmanova fino a Trieste, per cui controllerò la tariffa che mi sarà applicata.

ATTENZIONE!!!
Non è tutto oro quello che luccica, e in ItaGlia quello che luccica forse oro non lo è mai.
Avevo appena finito di dare un'occhiata a questa notizia che ho scritto il post.... e mi sono accorto dell'amara verità che fa dire solo un secco e semplice dioboe.
Il pedaggio ridotto, infatti, vale solo nel caso che si attivi un Telepass dedicato alla moto!
Non so perché, ma a me sa di emerita cagata per cui ritiro tutti i "grazie" e i "complimenti" perché non mettere la tariffa agevolata nei caselli con operatore mi pare veramente una cosa assurda. Non assurda per chi dalla tariffa deve tirare fuori il suo tornaconto personale ovviamente.
La cosa più buffa è che serve, pare, un Telepass dedicato; chi ha un Telepass misto auto e moto, infatti, pare non possa fare l'applicazione della tariffa preferenziale sulla moto.
Su quest'ultimo punto non posso essere pienamente sicuro ma, comunque, resta il fatto che tutto quanto, come si è svolto e concluso, tolto anche il fatto lo slogan era "META' RUOTE, META' PEDAGGIO" e non "DUE TERZI DI PEDAGGIO"... tolto ciò, l'unica cosa chiara è che è una GRANDISSIMA PRESA PER IL CULO

AGGIORNAMENTO SUCCESSIVO
Siccome si trattava di un progetto "sperimentale", ha avuto una durata e nel 2018 il progetto non è stato ratificato. Di conseguenza è caduto tutto, tranne una cosa: chi si era comprato il telepass per la moto, ha perso lo sconto ma gli è rimasto il Telepass. Complimenti veramente #dioboia

Materiale a corredo


Commenti all'articolo

Premetto che il sistema di commenti è mio indipendente e non prevede memorizzazione di indirizzi email o altro nel database. Si usa solo un nickname, così non rompete le balle con la privacy. Attenzione però, i commenti non saranno visibili finché io non li avrò validati.





© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS