CATEGORIE:
In grava il primo dell'anno, in grava tutto l'anno!

In grava il primo dell'anno, in grava tutto l'anno!

Categoria: MOTO

Inserito in DATA: 01/01/2015
Vai ai COMMENTI
In grava il primo dell'anno, in grava tutto l'anno! Almeno lo spero, visto che il 2014 ha concesso ben poche uscite in Grava per delle continue ed inesorabili pioggie che hanno rovinato tutta l'estate.

Insomma, è il 1° Gennaio 2015, mi sveglio a fatica da una notte che ho dedicato all'alcol in maniera sfrenata e continua. I miei due compari sono presenti, e decidiamo di partire per inaugurare il 2015 in sella alle nostre amate compagne. Il freddo è veramente intenso, nonostante i circa 40 km previsti mi metto la termica, cosa eccezionale perché di solito preferisco stringere i denti, ma mai scelta fu più azzeccata.

Il solito bar ad Ariis, il Kyrie Eleison, è chiuso: ripieghiamo per Rivignano dove ci concediamo un caffé. I nostri volti però sono impietosi: siamo dei rottami.

Giriamo le moto e torniamo a Codroipo, ci salutiamo ma non mi va di chiuderla qui.

Attraverso il ponte della Delizia, giro verso Valvasone e imbocco la strada bianca in cui mi rifugio spesso e che mi porta nel Tagliamento.

Il terreno è veramente smosso e vado piano per non rischiare troppo, viste anche le mie ridotte capacità cerebrali. Spesso trovo pozze completamente ghiacciate, in una provo a scendere ma l'idea è sbagliata e ne esco con la moto completamente di traverso per via del fango viscido e dei lastroni di ghiaccio che scompongono la mia povera e fida Africa Twin.

Dopo un po' mi fermo, nel punto solito in cui mi fermo sempre. Un tempo c'era una discesa che mi permetteva di scendere nel letto ed avanzare un po' ma le piene terribili dell'anno scorso se la sono portata via lasciando solo un fosso. Di fronte a me c'è uno dei tratti più larghi del Tagliamento, la ghiaia spazia fino all'orizzonte tra macchie d'erba e il bosco lontano, un aereo volteggia sopra il fiume e a tratti nel silenzio rimbomba lo schiocco del fucile di un cacciatore.

Quasi lo invidio perché ha un motivo per farsi una camminata in grava.

Lontani i monti sono nitidissimi, l'aria gelida è pura e limpida e lascia vedere chiaramente le cime innevate e le scoscese pareti. Qualche nuvola a volte copre le sommità dei giganti ma si muovo svelte e le svelano e ricoprono di continuo.

Mi fermo così una mezzoretta seduto per terra a guardare questo panorama maestoso.

Come inizio di 2015 mi è piaciuto: speriamo bene!


MATERIALE A CORREDO


Inserisci un commento

Il Bostro-X
© Federico "Bostro" Bortolotti www.bostro.net
Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
» contatti » privacy policy


Licenza Creative Commons
www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Web Bostro.Net