CATEGORIE:
Introduzione allo svapo e chiarimenti, grazie alla Svizzera

Introduzione allo svapo e chiarimenti, grazie alla Svizzera

Categoria: SVAPARE

Inserito in DATA: 08/04/2016
Vai ai COMMENTI
Helvetic Vape, "un’associazione svizzera che si prefigge la tutela degli interessi degli utenti di vaporizzatori personali, più comunemente chiamate sigarette elettroniche, e-sigarette o semplicemente ecig", ha pubblicato un Vademecum per svapatori molto ben fatto e chiaro che introduce allo svapo, spiegando cos'è in maniera chiara, per superare pettegolezzi o giudizi superficiali.

Il loro sito è molto ben fatto e completo: http://helveticvape.ch/?lang=it

La guida è veramente interessante, la trovate scaricabile in PDF sia qui nel mio sito, sia direttamente dal loro sito che consiglio anche perché potrebbero esserci aggiornamenti.

Di seguito riporto un sunto con punti interessanti.

In causa [riguardo le malattie causate dal fumo] non è la nicotina, bensì il catrame, il monossido di carbonio e le oltre 4.000 sostanze tossiche che si formano durante la combustione del tabacco e che vengono inalate dai consumatori. Nei sistemi da svapo i liquidi vengono vaporizzati, non bruciati: non vi è dunque alcun sviluppo delle sostanze nocive prodotte dalla combustione.

A differenza delle sigarette, nei liquidi sono presenti soltanto una manciata di additivi alimentari noti ed eventualmente della nicotina.
Il glicole propilenico (PG) e la glicerina (VG) sono additivi alimentari (PG E1520, VG E422) genericamente usati per la fabbricazione di prodotti da forno e da pasticceria, frutta secca, gomme da masticare, caramelle, sciroppi, dentifrici, pomate, prodotti cosmetici, ecc. Anche il celebre fumo scenografico nei teatri o nelle discoteche viene creato con queste sostanze.
Nei liquidi, il PG serve in primo luogo come vettore dell’aroma, mentre il VG rende corposo il vapore. Nella produzione dei liquidi vengono usati esclusivamente PG, VG e nicotina di grado farmaceutico (ad esempio Ph. Eur., USP, FU). Gli aromi alimentari vengono impiegati per conferire sapore a un’infinità di cibi e bevande, e ritroviamo la stessa varietà nei liquidi in commercio.

La nocività della nicotina per l’organismo è paragonabile a quella della caffeina. La nicotina non provoca il cancro e non risulta più dannosa della caffeina per il sistema cardiovascolare. Non è cancerogena e non ha effetti negativi sul sistema cardiovascolare, ciò è stato dimostrato da numerosi studi sui sostituti nicotinici farmaceutici. Se la nicotina creasse davvero molta dipendenza, i cerotti e le gomme alla nicotina non sarebbero venduti senza prescrizione medica.

Il passaggio dal fumo allo svapo ha i medesimi effetti sulla salute di quelli che si verificano smettendo di fumare.

Passare dal fumo allo svapo significa cambiare determinate abitudini. Un pacchetto di sigarette e un accendino appaiono molto più semplici e pratici rispetto a tutto il materiale necessario per lo svapo, specialmente all’inizio. La soluzione è semplicemente organizzarsi in maniera diversa. Riempire il serbatoio, caricare le batterie e avere sempre una riserva di liquidi diventano ben presto parte delle abitudini quotidiane e del modo di organizzarsi.

Non occorre necessariamente cominciare a svapare con un liquido dal sapore di tabacco. Gustare una crema di fragole fresche o una torta di mele potrebbe rivelarsi una piacevole sorpresa, contrariamente a quanto si potrebbe essere portati a pensare in un primo momento. Agli inizi è consigliabile utilizzare almeno due o tre aromi differenti, dato che la percezione del gusto può cambiare in modo significativo dopo l’abbandono del fumo.

Il glicole propilenico e la glicerina sono igroscopici. In altre parole assorbono l’acqua e questo porta spesso a una sensazione di secchezza della bocca e della gola. Si consiglia di bere più frequentemente, portando con sé dell’acqua o del tè senza zucchero.


MATERIALE A CORREDO

  • VademecumPerEsordienti.pdf

  • Inserisci un commento

    Il Bostro-X
    © Federico "Bostro" Bortolotti www.bostro.net
    Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    » contatti » privacy policy


    Licenza Creative Commons
    www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
    Web Bostro.Net