CATEGORIE:
Sun Tzu e l'aneddoto di Wu

Sun Tzu e l'aneddoto di Wu

Categoria: LIBRI

Inserito in DATA: 28/08/2007
Sun Tzu e l'aneddoto di Wu (da l'Arte della Guerra di Sun Tzu)
L’aneddoto riguarda la dimostrazione della capacità di saper condurre le truppe, richiesta dall’Imperatore Helu al generale Wu, prima di essere assunto. A questa richiesta Sun Tzu rispose positivamente e l’Imperatore gli chiese se poteva fare la dimostrazione usando le donne del suo harem e Sun Tzu accettò. Sun Tzu suddivise le donne, che si dice fossero 300, in due gruppi e pose a capo di ciascun gruppo le due favorite. Poi disse le regole che dovevano seguire, guardare verso il cuore quando Sun Tzu diceva la parola avanti, guardare la mano sinistra, quando diceva a sinistra, guardare la mano destra quando diceva a destra e guardare alle spalle quando diceva indietro. Gli ordini furono dati tre volte e spiegati cinque volte, poi si passò alla pratica. Al rullo dei tamburi si ordinò alla donne di volgersi a destra e le donne scoppiarono in una grassa risata. Sun Tzu disse: “Se le regole non sono chiare e le spiegazioni sono prive di infervoramento, la responsabilità è del generale.” Ripeté gli ordini tre volte e li spiegò di nuovo altre cinque volte e poi al rullo dei tamburi venne ordinato alle donne di volgersi a sinistra e di nuovo le donne scoppiarono in una fragorosa risata. Sun Tzu disse: “Se le regole non sono chiare e le spiegazioni sono prive di infervoramento, la colpa è del generale; se, dopo i chiarimenti, non ci si conforma alle regole, la responsabilità è degli ufficiali”. Detto così fece arrestare le due favorite dicendo di farle decapitare. L’Imperatore, che seguiva le manovre dall’alto di un terrazzo, vedendo che si voleva uccidere le sue amate concubine mandò un messaggio: “Mi sono convinto che il generale sa impiegare le truppe. Se sarò privato di queste due concubine morirò di fame quindi desidero che non vengano decapitate”. “Il vostro servitore è già stato nominato generale e quando un generale comanda l’esercito, può anche non accogliere alcuni degli ordini del suo signore”. Le due donne vennero decapitate. Poi Sun Tzu mise a capo dei gruppi di donne le concubine immediatamente inferiori per rango, fece rullare i tamburi e questa volta le donne andarono a destra, a sinistra, avanti e indietro, in ginocchio e in piedi, in perfetto ordine e senza fiatare. A questo punto Sun Tzu mandò un messaggio che le truppe erano pronte ad essere passate in rassegna, che potevano essere impiegate come lui voleva, spingendole a passare anche attraverso l’acqua o il fuoco. Il re lo congedò senza passare in rivista le truppe e Sun Tzu commentò: “Il re ama le belle parole ma non sa metterle in pratica”. Helu capì che Sun Tzu era un generale valido e lo assunse. Sun Tzu dimostrò le sue capacità sconfiggendo lo stato di Chu, fino a penetrare nella città di Ying e tenendo a bada gli stati di Qi e di Jin.
Sunto tratto da Wikipedia

Il Bostro-X
© Federico "Bostro" Bortolotti www.bostro.net
Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
» contatti » privacy policy


Licenza Creative Commons
www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Web Bostro.Net