Condividi su Facebook | Commenta
CATEGORIE: Android Cucina Fumatore Informatica Libri Moto Musica Pensieri Pesca Privato Racconti Svapare Ukulele Vario Vendite
Cerca testo:

Linux: continuo a mazzarmi le palle!

Categoria: Informatica
Inserito in data 16/02/2010
Continuo nella mia perversione sadica a voler installare Linux. Sono ormai dieci anni e più che gli vado dietro. C'era ancora la Redhat 4 quando ho cominciato. Lo installo, lo tengo per un po', poi mi incazzo quando ormai comincio a comprenderlo, perché inevitabilmente si pianta, e lo disinstallo. Ho provato le varie Redhat 4-5-6-7-8. Ho provato Suse, Opensuse, Fedora, CentOs, Mandrake (tenuta per un bel po', anni fa...), Mandriva, TurboLinux, che a suo tempo si diceva vendesse in Giappone più di Windows.

Un divertente indovinello

Categoria: Vario
Inserito in data 09/02/2010
Ed eccomi qua con l'ennesima stronzata completamente inutile che però io ho deciso di rendere celebre tramite il mio sito. Ovviamente, il fatto che io abbia deciso di darle un po' di attenzione cancella la natura inutile del fatto, e lo rende pregiato. Questo chiaramente perché io sono Dio. O qualcosa di simile.

Se n'è andata.

Categoria: Moto
Inserito in data 29/01/2010
Da circa un'ora non sono più proprietario di una Honda Transalp. Legata su un carrello slovacco sporco di neve, la povera Itràn ora è una semplice Honda Transalp radiata per esportazione. Alla fin fine l'ho svenduta. Un po' perché avevo bisogno di soldi, un po' perché ho potuto evitare il pagamento del bollo e del collaudo di febbraio, 150 € da aggiungersi alla somma di vendita.

La preparazione dei bagagli...

Categoria: Moto
Inserito in data 11/12/2009
Sto finendo di fare i bagagli. Ho deciso di lasciare a casa le mie due valigie d'alluminio. Mi piacciono molto, sono comode, e fanno fico. Però l'idea di fare fuoristrada anche impegnativo con loro non mi piace molto. Due spigoli d'alluminio dietro il polpaccio... Be, diciamocelo, non è molto sicuro... nè incoraggiante...

Papilllon, l'avventura di Henry Charriere

Categoria: Libri
Inserito in data 08/10/2009
Libro dal quale successivamente è stato tratto il film omonimo interpretato dal mitico Steve McQueen (ricordo il suo ringhio conclusivo: "Maledetti bastardi, sono ancora vivo!"). Charriere è condannato per omicidio all'ergastolo, da scontarsi ai lavori forzati nella Guyana Francese. Nel libro racconto le condizioni terribili dei detenuti, ed i suoi numerosi tentativi di fuga, l'ultimo del quale si concluse con un successo. Arrivò infatti in Venezuela, dove condusse il resto della sua vita da uomo libero.

Come sono diventato un motociclista

Categoria: Moto
Inserito in data 30/09/2009
Vi racconterò qua la mia esperienza motociclistica, ovvero come sono diventato quel maniaco delle due ruote che oggi sono. Molti anni fa, quando ero bambino, avevo la mania delle moto. Le guardavo sfrecciare, le aspettavo in ogni strada. Compravo sempre TuttoMoto con la paghetta che mi davano i miei; poi non lo leggevo, ovviamente ad 8-9 anni non ci capisci un cazzo, ma le foto erano fantastiche! Un giorno un amico di mio padre compra un'auto da noi, e ci lascia in permuta la sua moto. Non ricordo cos'era, ma era una moto da enduro. Lungi da me il sapere cos'era l'enduro, ma ricordo bene come un giorno, d'inverno, mentre noi facevamo una passeggiata a Lignano in spiaggia lui ci passò davanti impennando sulla sabbia...

Cormac McCArthy, La Strada

Categoria: Libri
Inserito in data 25/09/2009
Un libro moderno, un paesaggio post-bellico ormai devastato, al termine di un lento declino. Un padre ed un figlio che attraversano questo mondo morto e contornato di cenere, nel cielo, per terra, nell'aria. Nessun animale, nessun colore, nessun odore oltre agli uomini, al grigio, al puzzo di bruciato e di cadavere. E la grande domanda sull'etica che non viene fatta, viene solo esposta indirettamente. Un libro bellissimo. Leggibile in qualche giorno. Da anni non restavo così colpito da uno scrittore. Come leggere un libro dalle tematiche attuali e scoprirne approfondimenti degni di un grande classico.

Tatuaggi parte 1: il Bostro tatuato

Categoria: Racconti
Inserito in data 31/08/2009
E così, alla fine, ci sono cascato anch'io. Non mi avevano mai detto alcunché. Per anni ho guardato con disgusto quegli insensati disegni sul corpo della gente, ripetendomi che mai me ne sarei fatto uno. Ma come al solito, parlando di me stesso, ho ragionato al momento in maniera assoluta. Devo ricordarmi che l'uomo libero non conosce la parola "mai".

E' morto il mio criceto Toshi

Categoria: Racconti
Inserito in data 24/08/2009
Sono animali orgogliosi e riservati. Neanche nella morte si tradiscono, se ne vanno di colpo, senza darti fastidi, come non ti hanno mai importunato nella loro vita. Ti chiedono poco, perché sono abituati ad avere poco. E non vogliono nulla di più. Pensi che ti diano poco? Se non sei capace di capirli, restano per te solo semplici "topi". Non sono cani, non ti riportano il legno che gli tiri, non ti guardano come fossi il loro dio, non vengono tra le tue gambe appena hanno paura. Sono orgogliosi e riservati, così nella vita, così nella morte. Ciao Toshi.

Ingenuo...

Categoria: Pensieri
Inserito in data 15/08/2009
In psicologia esiste una branca, denominata Psicologia Ingenua. Diciamo che è una meta-branca. Ovvero, la Psicologia Ingenua come scienza studia la psicologia ingenua come habitus. E cosa sarebbe dunque quest'ultima, con le minuscole? La psicologia ingenua è l'insieme di credenze che ha l'uomo nella sua vita di tutti i giorni (l'uomo quotidiano) riportabili a concetti di tipo psicologistico che ci permettono di interpretare il mondo.

Il deserto del Sahara

Categoria: Pensieri
Inserito in data 30/04/2009
Il fascino del deserto è psicologico, è un'estetica nevrotica. Quando qualcuno mi chiede "Com'era", in relazione al mio viaggio nel Sahara libico, rispondo "Bello" con intensità, ma null'altro aggiungo. Non so descriverlo. Il deserto è vuoto, non c'è nulla, ed è perlopiù tutto uguale. Tuttavia il deserto è un simbolo, nel senso junghiano più profondo. Il deserto del Sahara - Gli altri deserti lo sono meno. Il Sahara si trova in Africa, evoca gli albori dell'umanità, le peregrinazioni degli ebrei, gli egiziani ed i loro misteri...

Il mio criceto Toshi

Categoria: Racconti
Inserito in data 07/04/2009
Il criceto è un animale fantastico. E se lo dico io, è così. Punto. E' un animale riservato, indipendente, ed un po' scontroso. Ma inevitabilmente simpatico. Il mio si chiama Toshi, da Toshiro Mifune, poiché è un guerriero. Appena l'ho ricevuto - in regalo da amici - non si faceva neppure sfiorare. Quando allungavo la mano nella sua gabbia cominciava a soffiare.

Fumare. Perché?

Categoria: Fumatore
Inserito in data 29/10/2008
Fumare. Perché? Tutti i giorni mi scontro con messaggi dal significato intrinseco inequivocabile: fumare è una malattia, qualcosa che dunque il soggetto patisce ed a lui estraneo. Qualcosa che dunque mina il suo stato di salute fisico/psicologico e che va curato, cura la cui finalità è ovviamente la fine del fumare stesso.

Michelangeli e Chopin: il connubio perfetto

Categoria: Musica
Inserito in data 27/10/2008
Penso sia semplicemente perfetto il modo in cui Arturo Benedetti Michelangeli interpreta la Ballata n. 1 di Friedrich Chopin.

Visitare siti porno con adeguate protezioni

Categoria: Informatica
Inserito in data 21/10/2008
Fin dal suo esordio nel mondo internet ha avuto come utilizzato, esplicito od implicito, primario, il reperimento di materiale multimediale a carattere porno. Che si parli dei calendari ad oggetto le ignude beltà del mondo televisivo o cinematografico, che si parla di spezzoni di film porno, di foto porno, doppie o triple penetrazioni, rapporti inter-razziali, e via dicendo, la maggior parte dei fruitori della Grande Rete cercano perlopiù materiale di cotal piccante argomento.

SmartcomGPS

Categoria: Informatica
Inserito in data 04/10/2008
Avere un GPS nel caso si faccia enduro (o trekking, ma non è il mio caso) diventa una necessità quasi insormontabile, principalmente per 2 motivi: memorizzare un percorso durante una ricognizione; trovare un traccia su una mappa e farne una ricognizione. Nel primo caso, si evita di perdersi. La traccia memorizzata può infatti essere percorsa al contrario. Inoltre, la traccia può essere unita ad altre tracce già memorizzate, per creare un percorso unitario che poi si può seguire.

E' morta la mia criceta Shula

Categoria: Racconti
Inserito in data 13/07/2008
POggi sono tornato a casa verso le 21:30 da uno splendido giro in moto on-off road. E' stata veramente una splendida giornata, sono tornato a casa stanco e, dopo aver messo ad asciugare i vestiti bagnati dalla pioggia degli ultimi 3 km di strada, sono andato ovviamente in taverna a trovare i miei criceti.

Lezioni di motociclismo: tecnica di guida, le curve nell'enduro

Categoria: Moto
Inserito in data 07/04/2008
Ci tengo a continuare questa mia interessantissima rubrica di lezioni di guida della motocicletta, dopo il successo del mio precedente articolo su curve e tornanti in montagna. Questa volta parleremo sempre di guida in curva, ma in fuoristrada, e più specificatamente nell'enduro estremo.

Theodor Wiesengrund Adorno, Minima Moralia - Riflessioni

Categoria: Pensieri
Inserito in data 14/03/2008
Minima Moralia: meditazioni della vita Offesa. Un libro scritto a frammenti. Come sottolinea Fusaro nell'articolo di Filosofico.net, per Adorno la verità sta nel tutto, ed in quanto scrittore di sinistra della famosa Scuola di Francoforte Adorno non può che concentrarsi sul tutto sociale, ovvero sulla Società. In quanto "tutto", non si può costruire un sistema (quale quello hegeliano, per intenderci) sulla società, ma bisogna considerarla nella sua globalità. Il libro è dunque a frammenti come frammentata è la società moderna, e l'insieme dei frammenti tentano di dare una visione globale ed una interpretazione della società.

Pulisco la catena: un'avventura statica del Bostro motaro

Categoria: Moto
Inserito in data 29/02/2008
Questa è una email che ho inviato in LissTA il 29 febbraio 2008 a titolo L'Aneddoto del Bostro. Ha riscosso così tanto successo nel mondo della Tecnica per Transalp che, per comodità di futuri meccanici di moto, la riporto sul mio sito ad imperitura memoria!

Sergej Rachmaninov l'ultimo dei romantici

Categoria: Musica
Inserito in data 19/02/2008
Sergej Rachmaninov è stato a suo stesso dire "l'ultimo dei romantici": compositore e pianista virtuoso di epoca moderna, morto negli anni '40 del secolo scorso, alle innovazioni atonali e dodecafoniche ha preferito continuare ad utilizzare i modelli romantici dei grandi pianisti ottocenteschi, riuscendo oltretutto a forgiare un suo stile personale rimasto leggendario.

La filosofia, l'economia, il disagio del nichilismo

Categoria: Pensieri
Inserito in data 30/11/2007
In edicola con Il Sole 24 Ore escono mensilmente dei libri a formare una serie intitolata "Letture di Filosofia".

La magia della retorica

Categoria: Pensieri
Inserito in data 26/10/2007
La lingua italiana è splendida. Migliaia di Bimbiminkia si scervellano per inventare nuove abbreviazioni, mentre questa nostra lingua quando usata bene con tre parole può dire molto di più.

Sun Tzu e l'aneddoto di Wu

Categoria: Libri
Inserito in data 28/08/2007
L’aneddoto riguarda la dimostrazione della capacità di saper condurre le truppe, richiesta dall’Imperatore Helu al generale Wu, prima di essere assunto.

Biodiversità, moto e passione

Categoria: Pensieri
Inserito in data 21/06/2007
La biodiversità delle specie naturali è un valore enorme che va preservato. E' un fatto ormai condiviso in tutte le società e da tutte le teorie scientifiche.

Palestrina: le voci degli angeli

Categoria: Musica
Inserito in data 04/04/2007
In edicola c'è in questi giorni il Corriere Magazine con allegato un CD di Giovanni Pierluigi da Palestrina: compositore del '500, è famoso per i suoi lavori corali, ovviamente religiosi. Nel CD trovate la "Missa Papae Marcelli" - che tra l'altro ha ispirato l'opera di Hans Pfitzner "Palestrina" - e la splendica "Ave Maria"

Sgozzare? Vale la pena...

Categoria: Pensieri
Inserito in data 21/03/2007
Sgozzare? Vale la pena... Almeno è quanto pare emergere dalla vicenda di Mastrogiacomo. Nome che già mi ha rotto le balle: si, perché non è la sua vicenda, bensì è la vicenda di ben 3 rapiti e non di uno solo. Un gruppo di terroristi rapisce tre persone: di queste una è un reporter italiano, figura dunque di spicco, o che può diventarlo, o che lo è già ma può diventarlo di più. Così potrebbero aver pensato i terroristi che, non essendo stupidi, sapevano benissimo chi sequestravano.

Nietzsche e le pecore

Categoria: Pensieri
Inserito in data 27/10/2006
Nietzsche dice che liberi possono dirsi solo quegli uomini che possono disporre di almeno due terzi della loro giornata, mentre gli altri sono schiavi.

Nuovo sito Bostro.net ora online!

Categoria: Vario
Inserito in data 21/10/2006
Il nuovo sito del Bostro-X, dopo ormai più di un anno di attesa, è finalmente online. Certo, direte voi: c'è solo il menu!!! Be.... è vero, non ho molto tempo! Ma con calma dovrei riuscire a concluderlo, pian piano, questa volta.

Registrazione del dominio e nascita di Bostro.NET

Categoria: Vario
Inserito in data 06/04/2005
Il 6 aprile del 2005 su Aruba.it ho registrato il mio attuale dominio www.bostro.net

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10



© il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
Aggiornamenti via feed RSS | Torna in cima