HUNTER S. THOMPSON

Hell's Angel

Stato lettura: LIBRO CONCLUSO IL 27/01/2019
Chi erano davvero gli Hell's Angels, i leggendari motociclisti celebrati da Allen Ginsberg che negli anni sessanta terrorizzavano l'America con le loro scorribande? Era il 1965, e per scoprirlo Thompson si comprò una moto e per quasi un anno visse con loro, accompagnandoli nelle corse assordanti lungo la costa californiana, condividendone lo spirito anarchico e libertario. Tra risse e bevute si convertì alla "mistica della motocicletta", prendendo nota delle brutalità e delle stravaganze sessuali cui assisteva. Il risultato è una narrazione molto diversa da quella che ne fecero le isteriche cronache giornalistiche dell'epoca: un ritratto veritiero dello stile di vita e della filosofia dei primi bikers, parte integrante di un'epoca della storia americana in cui stavano emergendo con forza le controculture, il pacifismo e il dissenso verso il potere

Giudizio

Voto:
Ok Hunter S. Thompson cominciò veramente a frequentare gli Hell's Angels ma sicuramente non come lo lascia immaginare l'introduzione. La moto la comprò, ma per conto suo, e neppure una Harley che a quei tempi era una specie di obbligo per gli Angels; neppure americana! La maggior parte delle volte va con loro seguendoli in auto. Molti lui li chiama amici, ma si muove sempre marginalmente al loro fianco, seguendoli più che muovendosi assieme a loro. Si comporta a tutti gli effetti, con loro, come un giornalista che li vuole conoscere. Scrive articoli dove li descrive esplicitamente come ragazzetti ignoranti e infantili, egocentrici e stupidi, e loro lo tengono lì lo stesso. Cosa pensava di ottenere? Di farseli amici e portarli dalla sua parte? Come si può pensare di poter decidere cosa uno è, indipendente da cosa questa persona pensa? Il libro comunque è leggibile, anche se a mio avviso, se vuoi sapere qualcosa degli Hells Angels è meglio leggersi i libri di Sonny Barger. Ho una naturale sfiducia nei giornalisti e non intendo cambiare opinioni in merito per cui penso siano stati persino troppo bravi a dargli corda. Io l'avrei mandato a fare in culo già all'inizio. Oltretutto il brav'uomo fa pure a volte il moralista, ma non dobbiamo dimenticarci che è lo stesso tizio di Paura e Delirio a Las Vegas. Nel complesso libro leggibile, come dicevo, ma manca sostanza.
Cerca citazioni di Hunter S. Thompson tra quelle inserite!

Tutti i libri di Hunter S. Thompson

  • Hell's Angel (stato: Libro finito)
  • Guarda l'anteprima di tutti i libri di Hunter S. Thompson
  • Ultimi 5 post dal blog riguardo a LIBRI

    Sulla lettura: un romanzo di sei parole?
    Genealogia di base della famiglia Moskat dal libro di Isaac Bashevis Singer
    Roger Deakin e l'anima dell'ecologia
    Recensione Kobo Aura Edition 2 vs Kobo Aura Classic
    Su Suraya Sadeed, la guerra in Afghanista, i talebani, e chi ha ragione
    Leggi tutti i post nella categoria LIBRI del blog



    © il sommo Bostro-X - www.BOSTRO.net

    Licenza Creative Commonswww.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

    Per farla facile: questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.
    » contatti » privacy policy