James Graham Ballard, Il Condominio

JAMES GRAHAM BALLARD

Il Condominio

Stato lettura: LIBRO CONCLUSO IL 10/02/2018

Recensione

Un elegante condominio in una zona residenziale, costruito secondo le più avanzate tecnologie, è in grado di garantire l'isolamento ai suoi residenti ma si dimostrerà incapace di difenderli. Il grattacielo londinese di vetro e cemento, alto quaranta piani e dotato di mille appartamenti, è il teatro della generale ricaduta nella barbarie di un'intera classe sociale emergente. Viene a mancare l'elettricità ed è la fine della civiltà, la metamorfosi da paradiso a inferno, la nascita di clan rivali, il via libera a massacri e violenza. Il condominio, con i piani inferiori destinati alle classi inferiori, e dove via via che si sale in altezza si sale di gerarchia sociale, si trasforma in una prigione per i condomini che, costretti a lottare per sopravvivere, danno libero sfogo a un'incontenibile e primordiale ferocia. "Era trascorso qualche tempo e, seduto sul balcone a mangiare il cane, il dottor Robert Laing rifletteva sui singolari avvenimenti verificatisi in quell'immenso condominio, nei tre mesi precedenti. Ora che tutto era tornato alla normalità, si rendeva conto con sorpresa che non c'era stato un inizio evidente, un momento al di là del quale le loro vite erano entrate in una dimensione chiaramente più sinistra. Con i suoi quaranta piani e le migliaia di appartamenti, il supermarket e le piscine, la banca e la scuola materna - ora in stato di abbandono, per la verità - il grattacielo poteva offrire occasioni di scontro e violenza in abbondanza."

Giudizio

Voto:
Mi ricito da un'altra recensione: "Lo ripeto per l'ennesima volta: James Graham Ballard è l'autore più simile al grande Joseph Conrad nel riuscire a creare un romanzo in cui tensioni nevrotiche issirolte sono le vere protagonista di un viaggio nei meandri dell'inconscio nel momento in cui esce dalle sue oscurità e comincia a plasmare il mondo attorno al quale si muovono i protagonisti, che si ritrovano ad essere, coscientemente, delle marionette." (dalla recensione al libro Il Paradiso del Diavolo).
In questo caso è la stessa identica situazione. Non ci sono cataclismi naturali come il vento, o il caldo, o l'acqua, ad influire sulla vita delle persone, il mondo è sempre quello che è oggi. O perlomeno così pare, visto che il mondo al di fuori del Condominio pare quasi non esistere, o essere piuttosto una dimensione diversa. Lo schema di Ballard è comunque sempre quello, Conradiano che più non si può: il superamento, che può avvenire in vari modi e con varie cause ma quasi sempre non dirette, di una linea d'ombra superata la quale ciascuno diviene una marionetta del proprio cuore di tenebra.
Perché tutti nel condominio cominciano ad agire come agiscono? Cosa li scatena? Ballard non lo dice neanche. Non serve, non frega a nessuno. Nella narrazione si susseguono, alternate, le vicende di alcune persone principali: il dottor Laing, l'architetto Royal, il regista Wilder. C'è simbologia di lotta di classe, e di marginalizzazione e regressione psichica, in ogni riga della narrazione perché questa rimane sempre perfettamente lineare e razionale anche mentre descrive il crollo totale delle persone e scompare persino il linguaggio, anzi, diventa qui quasi più arzigogolata e chiara come fosse più naturale e strutturata la discesa nella barbarie assoluta, rispetto alla vita quotidiana.
Tanto magnifico quanto è inquietante e perturbante.
Cerca citazioni di James Graham Ballard tra quelle inserite!

Tutti i libri di James Graham Ballard

  • Deserto d'acqua (stato: Libro finito)
  • Foresta di Cristallo (stato: Libro finito)
  • Il Condominio (stato: Libro finito)
  • Il Giorno della Creazione (stato: Libro finito)
  • Il Paradiso del Diavolo (stato: Libro finito)
  • Il Vento dal Nulla (stato: Libro finito)
  • La Zona del Disastro (stato: Libro finito)
  • Terra Bruciata (stato: Libro finito)
  • Ultimi 5 post dal blog riguardo a LIBRI

    Roger Deakin e l'anima dell'ecologia
    Recensione Kobo Aura Edition 2 vs Kobo Aura Classic
    Su Suraya Sadeed, la guerra in Afghanista, i talebani, e chi ha ragione
    Prima che fosse troppo tardi: scoprire Stephen King
    Libri relativi al mondo della pesca
    Leggi tutti i post nella categoria LIBRI
    Il Bostro-X
    © Federico "Bostro" Bortolotti 2011

    Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.

    » www.bostro.net » contatti
    » Privacy Policy

    Licenza Creative Commons
    www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
    Web Bostro.Net