Citazioni, aforismi, motti di Fedor Dostoevskij

Elenco citazioni e aforismi, ordine per autore/libro

Fedor Dostoevskij, "Delitto e castigo"
Non a te mi sono inchinato, ma a tutta la sofferenza umana.
Categoria: Narrativa
Fedor Dostoevskij, "I fratelli Karamazov"
Oh, mai, mai essi potrebbero sfamarsi senza di noi! Nessuna scienza darà loro il pane, finché rimarranno liberi, ma essi finiranno per deporre la loro libertà ai nostri piedi e per dirci: “Riduceteci piuttosto in schiavitú ma sfamateci!”. Comprenderanno infine essi stessi che libertà e pane terreno a discrezione per tutti sono fra loro inconciliabili, giacché mai, mai essi sapranno ripartirlo fra [continua...]
Categoria: Narrativa
Fedor Dostoevskij, "Le Notti Bianche"
perché non ci comportiamo tutti come fratelli? Perché anche l'uomo migliore è come se nascondesse sempre qualcosa all'altro e gli tacesse qualcosa? Perché non dire subito, direttamente, quel che si ha nel cuore, se sai che non parlerai al vento? Altrimenti ognuno appare più severo di quanti in effetti sia, come se tutti temessero di offendere i propri sentimenti palesandoli molto velocemente...
Categoria: Narrativa
Fedor Dostoevskij, "Le Notti Bianche"
quanto rendono meravigliosa una persona la gioia e la felicità! Come ferve un cuore innamorato! Sembra che tu voglia riversare tutto il tuo cuore in un altro cuore, vuoi che tutto sia allegro, che tutto rida. E quanto è contagiosa questa gioia!
Categoria: Narrativa
Fedor Dostoevskij, "Le Notti Bianche"
Dio mio! Un minuto intero di beatitudine! È forse poco per colmare tutta la vita di un uomo?
Categoria: Narrativa
Fedor Dostoevskij, "Le Notti Bianche"
Sono completamente senza una storia. Come si dice da noi, ho vissuto per me stesso, cioè completamente solo...
Categoria: Narrativa
Fedor Dostoevskij, "Le Notti Bianche"
Era una notte meravigliosa, una notte come forse ce ne possono essere soltanto quando siamo giovani, amabile lettore. Il cielo era così pieno di stelle, così luminoso che, gettandovi uno sguardo, senza volerlo si era costretti a domandare a se stessi: è mai possibile che sotto un cielo simile possa vivere ogni sorta di gente collerica e capricciosa? Anche questa è una domanda da giovani, amabile l [continua...]
Categoria: Narrativa
Fedor Dostoevskij, "Le Notti Bianche"
Quanto più siamo infelici, tanto più profondamente sentiamo l'infelicità degli altri; il sentimento non si frantuma, ma si concentra.
Categoria: Narrativa
Fedor Dostoevskij, "Memorie dal sottosuolo"
Vedete: la ragione, signori, è una bella cosa, è indiscutibile, ma la ragione non è che la ragione e non soddisfa che la facoltà raziocinativa dell'uomo, mentre il volere è una manifestazione di tutta la vita, cioè di tutta la vita umana, con la ragione e con tutti i pruriti. E sebbene la nostra vita, in questa manifestazione, riesca sovente una porcheriola, pur tuttavia è la vita, e non è soltant [continua...]
Categoria: Narrativa
Fedor Dostoevskij, "Memorie dal sottosuolo"
Ogni uomo per bene del nostro tempo è e dev'essere vile e schiavo. E' la sua condizione normale, ne sono profondamente convinto. E' fatto così ed è strutturato su questo. E non in un tempo come il nostro per via di certe casuali circostanze, ma in generale, in tutti i tempi, l'uomo per bene dev'essere vile e schiavo. E' la legge della natura di tutti gli uomini per bene della terra.
Categoria: Narrativa
Fedor Dostoevskij, "Memorie dal sottosuolo"
Quanto alla mia opinione personale amare solo il benessere lo considererei perfino sconveniente. Bene o male, mandare in frantumi ogni tanto qualcosa è pure molto piacevole. Io non è che sostengo i valori della sofferenza, ma neanche quelli del benessere. Io mi batto... per il capriccio, e per la garanzia che mi sia garantito, quando ne avrò voglia. [...] Fra l'altro io sono convinto che alla vera [continua...]
Categoria: Narrativa
Fedor Dostoevskij, "Memorie dal sottosuolo"
Perché l'uomo è stupido; un fenomeno di stupidità. Anzi, non è affatto stupido, ma ignobile come nessun altro essere, neanche a cercarlo col lanternino.
Categoria: Narrativa

[ Pagina 1 di 1 ]
Il Bostro-X
© Federico "Bostro" Bortolotti 2011

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.

» www.bostro.net » contatti
» Privacy Policy

Licenza Creative Commons
www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Web Bostro.Net