VAI ALLA HOME PAGE VAI AL MIO BLOG
Vedi figliolo, è la tua testa che fa il bar. Non il contrario. (N.D.)

Citazioni, aforismi, motti di Emil Cioran

CONSULTA L'ELENCO DI TUTTI GLI AUTORI DI CITAZIONI, AFORISMI, MOTTI

CATEGORIA

TUTTE LE CITAZIONI
Filosofia
Motto
Narrativa
Scienze

Autori:

TUTTE LE CITAZIONI
AA.VV.
Ahmad Shah Massoud
Albert Camus
Alberto Denti di Pirajno
Alberto Vàzquez Figueroa
Aldoux Huxley
Aleksandr Puskin
Aleksandr Solgenitsin
Alfred de Vigny
Alfred Elton Van Vogt
Ambrogio Fogar
Anassimandro
André Gide
André Malraux
Antoine de Saint-Exupery
Antonio Fogazzaro
Arkadij Babchenko
Arnaud Rykner
Arthur C. Clarke
Arthur Rimbaud
Arthur Schopenhauer
August Strindberg
Ayaan Hirsi Ali
Beppe Donazzan
Bill Bryson
Blaise Pascal
Bonaventura
Bostro-X
Bruce Chatwin
Carl Gustav Jung
Carlo Cassola
Charles Baudelaire
Charles Bukowski
Charles Darwin
Charles Duchaussois
Charles Henneberg
Charles Sheffield
Cheryl Strayed
Chris Kyle
Christopher Hitchens
Chuck Palahniuk
Colette
Cormac McCarthy
Dak Elena
Dan Simmons
Daniel Kraus
David Hume
Derek Raymond
Dez
Dmitry Glukhovsky
Donald Davidson
Douglas Adams
E. T. A. Hoffmann
Elie Wiesel
Ella Maillart
Emanuele Severino
Emil Cioran
Ernest Hemingway
Ernst Junger
Etty Hillesum
Fedor Dostoevskij
Ferdinand Celine
Fernando Pessoa
Ferruccio Fölkel
Franco Minchia
François Mauriac
Francoise Sagan
Frank Herbert
Frederick Douglass
Frida Kahlo
Friedrich Nietzsche
G. W. Friedrich Hegel
Gabriel Garcia Marquez
George Orwell
Gerald Green
Giorgio Bettinelli
Giovanni Falcone
Giulio Cesare Vanini
Gregory Benford
Gustave Flaubert
Hans Ruesch
Harper Lee
Heinrich Heine
Henry Miller
Herbert Marcuse
Howard Phillips Lovecraft
Ignazio di Loyola
Immanuel Kant
Ishmael Beah
Ivo Andrić
Jack Kerouac
Jack McDevitt
James Graham Ballard
Jean Paul Sartre
Jean-Pierre Valentin
Jerome David Salinger
Jim Morrison
Jirì Langer
Joe Hyams
Johann Wolfgang von Goethe
John Steinbeck
Jon Krakauer
Jonathan Franzen
Jonathan Lethem
Josè Saramago
Joseph Conrad
Jostein Gaarder
Karl Kraus
Kent Haruf
Khaled Hosseini
Knut Hamsun
Konrad Lorenz
Lem Stanislaw
Lewis Carroll
Linneo
Louis Sepulveda
Luchino Visconti
Luciano Bianciardi
Ludwig Wittgenstein
Malala Yousafzai
Marcel Proust
Marchese de Sade
Marco Deambrogio
Mark Owen
Mark Rowlands
Mark Twain
Massimo Marchiori
Max Stirner
Michael Dummett
Michel Houellebecq
Milan Kundera
Muhammad al-Nafzawi
Muriel Barbery
N.D.
Naghib Mahfuz
Nazer Mende
Norman McLean
Orson Scott Card
Oswald Spengler
Otto Weininger
Patrick McGrath
Patrick Modiano
Paul Auster
Paul Valery
Paul Watzlawick
Paulo Coelho
Pep Subiròs
Pete Dexter
Pete Hamill
Philip José Farmer
Philip K. Dick
Philip Roth
Pierre Benoit
Poul Anderson
Primo Levi
Ralph Sonny Barger
Ralph Waldo Emerson
Ray Bradbury
Reinaldo Arenas
René Descartes
Richard Ford
Richard Laymon
Richard Wagner
Robert Anson Heinlein
Robert E. Fulton Jr.
Robert Ervin Howard
Robert Macfarlane
Robyn Davidson
Roger Zelazny
Sasha Grey
Shmuel Yosef Agnon
Sigmund Freud
Soren Kierkegaard
Spinoza
Stanisław Jerzy Lec
Stephen Hawking
Stephen King
Steven Weinberg
Stig Dagerman
Sun Tzu
Suraya Sadeed
Sven Lindqvist
Ted Simon
Theodor W. Adorno
Theodore Monod
Theresa Wallach
Thierry Sabine
Thomas Bernhard
Thomas Cleary
Thomas Hobbes
Thomas Mann
Thomas McGuane
Thomas Paine
Timur Vermes
Tiziano Terzani
Vladimir Nabokov
Warren D. Allmon
Wilfred Thesiger
William S. Burroughs
Yukio Mishima
 
SCEGLI DA UNA DELLE SEGUENTI OPERE:
ATTENZIONE: LA RICERCA PER LIBRO PUO' DARE RISULTATI VUOTI ERRONEI.

AL CULMINE DELLA DISPERAZIONE, di Emil Cioran
CONFESSIONI E ANATEMI, di Emil Cioran
IL FUNESTO DEMIURGO, di Emil Cioran
LA TENTAZIONE DI ESISTERE, di Emil Cioran
LACRIME E SANTI, di Emil Cioran
L'INCONVENIENTE DI ESSERE NATI, di Emil Cioran
SOMMARIO DI DECOMPOSIZIONE, di Emil Cioran
SQUARTAMENTO, di Emil Cioran

AUTORE FILTRATO: Emil Cioran, nessun libro filtrato.

ELENCO CITAZIONI E AFORISMI, ORDINE PER AUTORE/LIBRO

Emil Cioran, "Al Culmine della Disperazione"
Tutta la morale non aspira che a fare di questa vita una somma di occasioni perdute.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Al Culmine della Disperazione"
Detesto in Gesù tutto ciò che è sermone, morale, concetto e certezza. [...] Amo in lui gli istanti d'incertezza e di rimpianto - i momenti davvero tragici della sua esistenza, che comunque non mi sembrano neppure i più interessanti né i più dolorosi in assoluto. Perché se si potesse misurare la sofferenza, quanti non avrebbero più diritto di lui a ritenersi figli di Dio! Non tutti i suoi figli muo [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Al Culmine della Disperazione"
La cosa più grave è che la premessa fondamentale di questo ideale, secondo cui il mondo è come dovrebbe essere, non regge alla più elementare delle analisi: il mondo avrebbe dovuto essere qualunque cosa, tranne ciò che è. [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Al Culmine della Disperazione"
Avete mai provato la bestiale e stupefacente soddisfazione di guardarvi in uno specchio dopo innumerevoli notti bianche? Avete mai subìto la tortura dell'insonnia, quando si avverte ogni istante della notte, quando esistete solo voi al mondo, e il vostro dramma diventa il più importante della storia, di una storia ormai svuotata di senso, e che neppure più esiste, giacché sentite levarsi in voi le [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Al Culmine della Disperazione"
L'insonnia è una vertiginosa lucidità che riuscirebbe a trasformare il Paradiso stesso in un luogo di tortura. Qualsiasi cosa è preferibile a questo allerta permanente, a questa criminale assenza di oblio. È durante quelle notti infernali che ho capito la futilità della filosofia. Le ore di veglia sono, in sostanza, un'interminabile ripulsa del pensiero attraverso il pensiero, è la coscienza esasp [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Al Culmine della Disperazione"
La coscienza ha fatto dell'animale un uomo e dell'uomo un demone, ma non ha ancora trasformato nessuno in Dio, a dispetto del mondo che si vanta di averne ucciso uno sulla croce.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Al Culmine della Disperazione"
Le vere confessioni non si scrivono che con le lacrime. Ma le mie basterebbero ad annegare il mondo, come il mio fuoco interiore a incendiarlo. Non ho bisogno di alcun appoggio, di alcun incoraggiamento, né di alcuna compassione, perchè, per quanto io sia il più decaduto degli uomini, mi sento forte, duro e feroce! Sono infatti il solo a vivere senza speranza. Questo è il vertice dell'eroismo, il [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Quando si rientra in sé da una infatuazione, invaghirsi ancora di un essere umano sembra così inconcepibile che non si riesce a immaginare nessuno, neanche un insetto, non sfiancato dal disinganno.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Non accettava di vivere a rimorchio di Dio.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Ogni vita è la storia di un tracollo. [...] Delusi da tutti, è inevitabile che si giunga a esserlo di sè; a meno che non si sia cominciato da lì.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Il senso acuto del ridicolo rende malagevole, anzi impossibile, il minimo atto. Felici quelli che non ne sono dotati! La Provvidenza ha vegliato su di loro. [...] Esasperato da tutti. Ma mi piace ridere. E non posso ridere da solo. [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
[...] di una vita non resta altro che quello che non è stata.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
L'ansia, lungi dal derivare da uno squilibrio nervoso, si fonda sulla costituzione stessa di questo mondo, e non si vede perché non si dovrebbe essere ansiosi in ogni momento, visto che il tempo medesimo non è che ansia in piena espansione, un'ansia di cui non si distingue né l'inizio né la fine, un'ansia eternamente conquistatricce. [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
L'uomo non è contento di essere uomo. Ma non sa a che cosa ritornare, né come ripristinare uno stato di cui ha perduto ogni ricordo distinto. La nostalgia che ne prova è il fondamento del suo essere, e per mezzo di essa comunica con quanto sussiste in lui di più antico. [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Giunge un momento in cui non imitiamo più altri che noi stessi.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Se obbedissi al mio primo impulso, passerei le giornate a scrivere lettere di ingiurie e di addio.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Più si avanza nell'età, più ci si accorge che ci si crede liberati da tutto e in realtà non lo si è da niente.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Esiste, certo, una melanconia clinica, su cui a volte hanno effetto i rimedi [clinici]: ma ne esiste un'altra, soggiacente alle nostre stesse esplosioni di allegria, e che ci accompagna ovunque, senza lasciarci "soli" un momento. Nulla ci permette diliberarci di quella malefica onnipresenza: è il nostro io per sempre di fronte a se stesso. [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Dovremmo parlare solo di sensazioni e di visioni: mai di idee - perché queste non emanano dalle nostre viscere, e non sono mai veramente "nostre".
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
La croce è l'immagine più obbrobriosa che vi sia sotto il cielo.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Ho imparato pochissimo per esperienza. Le mie delusioni mi hanno sempre preceduto.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Abuso della parola Dio, la adopero spesso, troppo spesso. Lo faccio ogni volta che giungo a un estremo, e mi occorre un vocabolo per designare ciò che viene "dopo". Preferisco Dio a Inconcepibile.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Non si abita un paese, si abita una lingua. Una patria è questo e nient'altro.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Dato che l'uomo è un animale malaticcio, i suoi gesti e le sue parole hanno tutti indistintamente valore di sintomo.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Finchè ci sarà ancora un solo dio in piedi, il compito dell'uomo non sarà finito.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Non è grazie al genio ma grazie alla sofferenza, e solo grazie ad essa, che smettiamo di essere una marionetta.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Finché ci sarà ancora un solo dio in piedi, il compito dell'uomo non sarà finito.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
Nella primavera del 1937, mentre passeggiavo nel parco dell'ospedale psichiatrico di Sibiu, in Transilvania, un "pensionante" mi avvicinò. Scambiammo due parole, poi gli dissi: "Si sta bene qui" . "Certo. Vale la pena di essere matto" mi rispose. "Ma lei è pur sempre in una specie di carcere" . "Si, forse, ma qui si vive senza la minima preoccupazione. Per di più la guerra si avvicina, lo sa quant [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
La passione della musica è in se stessa una confessione. Ne sappiamo di più su uno sconosciuto che vi si dedica che su qualcuno che le è insensibile, e che avviciniamo tutti i giorni.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Confessioni e Anatemi"
"Perché frammenti?" mi rimproverava quel giovane filosofo. - "Per pigrizia, per frivolezza, per disgusto, ma anche per altre ragioni..."esiccome non ne trovavo nessuna, mi lanciai in spiegazioni prolisse che gli parvero serie e finirono per convincerlo. [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Il Funesto Demiurgo"
L'avvenire, questa voragine, a tal punto mi abbatte, che vorrei ne scomparisse perfino l'idea. Perché in fondo è proprio questa idea, più che lo stesso scivolamento nell'abisso che essa ricopre, a travolgermi d'angoscia, a impedirmi d'assaporare il presente. [...] Non quello che mi aspetta, bensì l'attesa [...] mi rode e sgomenta. [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Il Funesto Demiurgo"
E' difficile, è impossibile, credere che il dio buono, il "Padre", sia implicato nello scandalo della creazione. Tutto fa pensare che non vi abbia mai preso parte, che essa sia opera di un dio senza scrupoli, un dio tarato. [...] E' ben più agevole risalire a un dio sospetto che a un dio rispettabile. [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Il Funesto Demiurgo"
Non si è predisposti, si è destinati al suicidio, vi si è votati prima d'una qualsiasi delusione [...] Vi sono notti in cui l'avvenire si abolisce, e di tutti i suoi momenti sussiste soltanto quello che sceglieremo per non pi essere. [continua...]
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Il Funesto Demiurgo"
La mia memoria accumula orizzonti crollati.
Categoria: Filosofia

Emil Cioran, "Il Funesto Demiurgo"
Il suicidio è un compimento brusco, una liberazione folgorante: il nirvana mediante la violenza.
Categoria: Filosofia


[ Pagina 1 di 4 ] [ Pagina successiva ]
Parental Advisory Bostro.Net
Il Bostro-X
© Federico "Bostro" Bortolotti 2011

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia!

Qualsiasi utilizzo non autorizzato dei contenuti pubblicati dal dominio www.bostro.net va segnalato al Bostro e bisogna richiedere la sua autorizzazione.

» www.bostro.net » info[at]bostro.net

» Privacy - Feed RSS
Original Friulano
ORIGINAL FRIULANO!
KTM 990 Adventure Bostro.Net