Citazioni, aforismi, motti di Motto

Elenco citazioni e aforismi, ordine per autore/libro

Charles Bukowski, "[da verificare]"
Quando ti ho detto che mi sarei fatto una sega pensando a te, l'hai presa male. Ma io non ce l'avevo il coraggio di dirti che ti amo.
Charles Bukowski, "Compagno di sbronze"
«Mi piacerebbe frustarti con la cintura sulle gambe, sul culo, sulle cosce. Vorrei farti tremare e piangere e poi, quando fossi tutta piangente e tremante, te lo sbatterei dentro in un gesto di amore puro.» (fonte: Wikiquote: Charles Bukowski)
Charles Bukowski, "Compagno di sbronze"
La differenza tra Democrazia e Dittatura è che in Democrazia prima si vota e poi si prendono ordini; in una Dittatura non c'è bisogno di sprecare il tempo andando a votare.
Charles Bukowski, "Compagno di sbronze"
Ecco il problema di chi beve, pensai, versandomi da bere. Se succede qualcosa di brutto si beve per dimenticare; se succede qualcosa di bello si beve per festeggiare; e se non succede niente si beve per far succedere qualcosa.
Charles Bukowski, "Donne"
Mi spogliai, lasciai i vestiti in un mucchio disordinato sul divano. Non ero mai stato elegante. Le mie camicie erano tutte stinte e strette, vecchie di 5 o 6 anni, consunte. Lo stesso per i pantaloni. Odiavo i grandi magazzini, odiavo i commessi, avevano una tale aria di superiorità, sembrava che conoscessero il segreto della vita, avevano una fiducia in se stessi che io non possedevo. Portavo se [continua...]
Charles Bukowski, "Donne"
«Umanità, mi stai sul cazzo da sempre». Ecco il mio motto.
Charles Bukowski, "Donne"
Presi la bottiglia e andai in camera mia. Mi spogliai, tenni le mutande e andai a letto. Era un gran casino. La gente si aggrappava ciecamente a tutto quello che trovava: comunismo, macrobiotica, zen, surf, ballo, ipnotismo, terapie di gruppo, orge, ciclismo, erbe aromatiche, cattolicesimo, sollevamento pesi, viaggi, solitudine, dieta vegetariana, India, pittura, scrittura, scultura, composizione, [continua...]
Charles Bukowski, "Factotum"
La mia anima strafogata di birra è più triste di tutti gli alberi di Natale morti del mondo.
Charles Bukowski, "Factotum"
Quando bevi, il mondo è sempre là fuori che ti aspetta, ma per un po' almeno non ti prende alla gola.
Charles Bukowski, "Factotum"
L'anima dell'uomo ha radici nello stomaco. Chiunque scrive molto meglio dopo una bistecca di manzo e una pinta di whiskey che non dopo una tavoletta di cioccolata da cinque cents. Il mito dell'artista morto di fame è una balla.
Charles Bukowski, "Hollywood, Hollywood!"
La mia idea in proposito è che la maggior parte delle persone non sono alcolisti, pensano solo di esserlo. Non è una faccenda in cui si possono bruciare le tappe. Ci vogliono almeno vent’anni per diventare un alcolista autentico. Io avevo 45 anni alle spalle e non ne rimpiangevo nemmeno uno.
Charles Bukowski, "Hollywood, Hollywood!"
Questo grande interesse in un medium [il cinema!] che senza tregua e organicamente falliva, volta dopo volta dopo volta, di riprodurre delle cose.
Charles Bukowski, "Hollywood, Hollywood!"
Non avevano niente altro da fare che sarsene chiusi nel loro io che non era affatto lì [ad un ricevimento con vips di Hollywood].
Charles Bukowski, "Hollywood, Hollywood!"
Mentre il sole idiota saliva in cielo non venni colto da pensieri estatici.
Charles Bukowski, "Il Capitano è fuori a Pranzo"
Non mi fido molto delle statistiche, perché un uomo con la testa nel forno acceso e i piedi nel congelatore statisticamente ha una temperatura media.
Charles Bukowski, "Il Capitano è fuori a pranzo"
Nella morte non c'è niente di triste, non più di quanto ce ne sia nello sbocciare di un fiore. La cosa terribile non è la morte, ma le vite che la gente vive o non vive fino alla morte. Non fanno onore alla propria vita, la pisciano via. La cagano fuori. Muti idioti. Troppo presi a scopare, film, soldi, famiglia, scopare. Hanno la testa piena di ovatta. mandano giù Dio senza pensare, mandano giù l [continua...]
Charles Bukowski, "Il Capitano è fuori a Pranzo"
Mi ricordo che un giorno ricevetti una lettera furibonda da un tale il quale sosteneva che non avevo diritto di dire che Shakespeare non mi piace. Troppi giovani mi avrebbero creduto senza nemmeno darsi la pena di leggere Shakespeare. Non avevo diritto di affermare una cosa simile. E così via. Non gli ho mai risposto. Lo faccio adesso. Fottiti, amico. E non mi piace nemmeno Tolstoj!
Charles Bukowski, "Il Capitano è fuori a Pranzo"
Agli scrittori piace soltanto la puzza dei propri stronzi.
Charles Bukowski, "Il Capitano è fuori a Pranzo"
Nella prossima vita voglio essere un gatto. Dormire venti ore al giorno e aspettare che ti diano da mangiare. Starsene seduti a leccarsi il culo. Gli umani sono dei poveretti, rabbiosi e fissati.
Charles Bukowski, "La poesia"
Secoli di poesia e siamo sempre al punto di partenza.
Charles Bukowski, "Musica per organi caldi"
L'uomo è la fogna dell'universo.
Charles Bukowski, "Niente canzoni d'amore"
Quel bar non lo aveva mai visto così pieno. Sulla via per l'inferno c'è sempre un sacco di gente, ma è comunque una via che si percorre in solitudine. Si spinse avanti a gomitate per prendere la sua vodka liscia.
Charles Bukowski, "Niente Canzoni d'amore"
Eterna risorge sempre la speranza, come un fungo velenoso.
Charles Bukowski, "Taccuino di un vecchio sporcaccione"
Il sesso è una cosa interessante ma non ha un'importanza decisiva. Cioè è meno importante, dal punto di vista fisiologico, della defecazione. Un uomo può tirare avanti per 70 anni senza una figa ma può morire in una settimana se le budella non gli si muovono.

[ Pagina 1 di 1 ]
Il Bostro-X
© Federico "Bostro" Bortolotti 2011

Questo sito l'ho realizzato io e quindi è proprietà intellettuale mia, e non ne concedo alcuna autorizzazione.

» www.bostro.net » contatti
» Privacy Policy

Licenza Creative Commons
www.Bostro.net di Federico Bortolotti è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Web Bostro.Net